Arredare camera dei bimbi in completa sicurezza

Arredare la stanza del proprio figlio rappresenta un momento molto speciale. La cameretta, infatti, accompagnerà il bambino nei diversi momenti della sua crescita e, per questa ragione, ogni genitore desidera creare al suo interno un ambiente confortevole e versatile: un nido accogliente, ideale per le prime fasi della vita del piccolo, e allo stesso tempo uno spazio attrezzato per tutte le scoperte e le sfide che lo attendono.
Il sonno e il gioco, lo studio e il tempo libero, i momenti dedicati alla creatività e quelli in compagnia degli amici: sono tanti i possibili scenari e molte le ore che il bimbo trascorrerà nella sua camera.
É quindi importante pianificarne l’allestimento con attenzione. Ecco alcuni semplici consigli, per ottenere un buon risultato.

Posizione e conformazione della cameretta

Potendo scegliere, è preferibile dedicare alla stanza un ambiente luminoso, in quanto la luce naturale contribuisce a favorire lo sviluppo psico-fisico e si rivela molto utile nei momenti dedicati allo studio e al gioco. La collocazione della camera in una zona tranquilla, esposta il meno possibile ai rumori e al passaggio, garantisce sonni più sereni e duraturi.
All’interno dell’ambiente, conviene individuare delle aree da destinare alle attività principali e attrezzare di conseguenza: una zona notte, dove prevedere il letto e il comodino, una zona dedicata al gioco, con gli arredi e gli accessori del caso, e infine una zona per lo studio, con un piano di lavoro comodo, una seduta ergonomica e dei mobili contenitori.
Nell’ottica di ottimizzare gli spazi, specialmente nelle camerette più compatte, si può optare per arredi intelligenti, come i letti con vano contenitore, in grado di ospitare lenzuola e coperte o gli indumenti del bambino, o per soluzioni trasformabili, come i letti a scomparsa e le scrivanie a ribalta.

Arredamento e decorazione

Come abbiamo anticipato, la cameretta deve durare nel tempo e adattarsi al bambino, nelle diverse fasi della sua crescita. Bisogna quindi fare attenzione a non personalizzare eccessivamente l’ambiente, mantenendosi aperta la strada per piccole variazioni e implementazioni successive.
I mobili devono essere scelti in quest’ottica, prevedendo fin dall’acquisto eventuali regolazioni dimensionali nel tempo (ad esempio l’altezza delle sedute o della scrivania o la lunghezza del letto, nel caso di un modello espandibile).
Per gli arredi e le pareti, meglio scegliere toni neutri e colori chiari. In questo modo la stanza risulterà più luminosa e, evitando le tinte forti, si rischierà decisamente meno di stancarsi, con il tempo. Anche per le texture dei tessili, come le tende o l’eventuale carta da parati, è opportuno selezionare trame delicate e sobrie, di cui il bambino non si stuferà, avvicinandosi all’adolescenza. Saranno i piccoli oggetti, i giochi, i libri e gli elementi decorativi, come portafoto da parete, quadri e fotografie, stampe e lampade, a personalizzare maggiormente lo spazio, senza imporre troppi vincoli.

Parola d’ordine: sicurezza

In casa la sicurezza è importante e, quando si parla di bambini, è opportuno prestarvi ancora più attenzione. Ecco come:

 

  • È fondamentale scegliere nel modo corretto i materiali di mobili, complementi e giocattoli, selezionando quelli più ecologici e che garantiscono basse emissioni di composti organici volatili (COV) e di sostanze chimiche. Oggi sono disponibili a prezzi accessibili tante proposte certificate ed è possibile verificare la classe di emissione di sostanze nocive, prima dell’acquisto. I materiali adatti sono diversi; un’ottima soluzione è senza dubbio il legno, che, oltre ad essere naturale e ecosostenibile, assicura una buona resistenza e stabilità.
  • Un altro aspetto da non trascurare è la valutazione delle vernici: vanno prese in considerazione sia quelle applicate ai mobili, prediligendo le soluzioni atossiche all’acqua, sia quelle per la tinteggiatura delle pareti, preferendo le vernici a base d’acqua o l’idropittura acrilica.
  • Vanno messi in atto opportuni accorgimenti per evitare incidenti domestici. Può essere molto utile applicare le protezioni in commercio per smussare gli spigoli dei mobili e per rendere inaccessibili le prese elettriche. É inoltre importare scegliere strutture solide e accessori altrettanto sicuri, come cassetti e ante con guide e cerniere autobloccanti. Se la camera dispone di un letto a castello, ricordate di dotarlo delle protezioni anti-caduta.

Tutto sotto la giusta luce

Nella scelta delle lampade, selezionate gli accessori adatti ad ogni area e funzionalità della stanza.
Prediligete le luci a LED, che ottimizzano i consumi e non rischiano di surriscaldarsi, prevedendo un’illuminazione più intensa per i momenti dedicati al gioco e al tempo libero, una luce puntuale non eccessivamente forte per lo studio e una piccola fonte di luce soffusa per la notte.

Seguite queste poche semplici indicazioni e il gioco è fatto: la cameretta del vostro bimbo è pronta ad ospitare tutte le sue piccole e grandi avventure.

 

Lascia un commento