Cancelletti di sicurezza per bambini: liberi in casa ma protetti

Tra gli articoli indispensabili per entrambi i neogenitori quando i loro figli iniziano a gattonare, ci sono i cancelli di sicurezza per bambini. Questo permette al bambino di esplorare liberamente l’ambiente domestico e di muovere i primi passi, evitando numerosi pericoli.

Ti starai chiedendo quando vale davvero la pena acquistarli, quali tipi sono disponibili e dove acquistarli. Risponderemo a tutte le tue domande.

L’emozione di vedere i figli o nipoti iniziare a gattonare per casa è incredibile. Tende a trasformarsi in ansia quando ci si rende conto che diversi angoli della casa possono danneggiare il bambino senza rendersi conto del pericolo. È impossibile per i genitori dedicargli tutta la loro energia e attenzione perché si vede necessario svolgere anche tutti i tipi di attività di routine quotidiana. È per questi motivi che è d’obbligo dotarsi di dispositivi di sicurezza che permettano ai bambini di sentirsi liberi ma protetti in casa.

Qualche esempio di aree o oggetti della casa che potrebbero nascondersi potenzialmente pericolosi? Cominciamo dalla cucina, uno degli ambienti più pericolosi della casa, tra il forno e i cassetti che contengono taglienti e prodotti chimici. Ma cosa succede se vivi in ​​una casa a più piani con scale o gradini?

Utilizzare dei cancelli di sicurezza per entrare può essere molto pratico.

Ovviamente anche la presenza di caminetti e stufe accese può provocare ustioni o gravi lesioni, cosa che purtroppo spesso accade quando si esaminano gli incidenti domestici. Inoltre, i cancelli di sicurezza devono essere utilizzati anche dove sono presenti patii e balconi.

Ad oggi sono disponibili sul mercato vari modelli di porte per bambini e si differenziano per una serie di caratteristiche che ne determinano il tipo di utilizzo; tuttavia, in generale, la prima cosa a cui prestare attenzione nella scelta di un prodotto del genere è la zona di installazione, non solo dal punto di vista dimensionale, ma anche dal punto di vista costruttivo e materico verrà installato. Guarderemo la porta. Pertanto, nei paragrafi successivi, analizzeremo nel dettaglio tutti i fattori che devono essere considerati prima di acquistare il cancelletto più adatto alle proprie esigenze.

Quanti ne esistono?

In commercio ne esistono di svariati modelli, e di certo puoi trovare quello che più si adatta all’ambiente della casa in cui vuoi utilizzarlo, comprese dimensioni e materiali.

Se non hai mai avuto a che fare con i cancelli per bambini, puoi vedere in questo video di che tipo di protezione stiamo parlando

Alcuni sono migliori per separare l’ambiente interno dall’ambiente esterno e altri sono migliori per impedire ai bambini di entrare nelle scale. Esistono in materiali compositi, ma anche legno, plastica o alluminio. Di seguito sono riportati alcuni dei cancelli di sicurezza per bambini disponibili.

Chiusura Centrale

Questa porta ha due aperture. C’è un telaio nel mezzo, quindi quando la porta è aperta, questo potrebbe limitare leggermente il passaggio di un passeggino o di un aspirapolvere.

Chiusura laterale


Il secondo sistema di apertura è laterale, non comprende il telaio e permette un maggiore utilizzo dello spazio di passaggio. Naturalmente ci sono varie dimensioni.

Modello a scomparsa


A differenza dei cancelli precedenti, questo è costituito da una serie di pannelli che si ripiegano da soli, come le classiche porte a soffietto, con effetto fisarmonica, per sfruttare al meglio lo spazio di passaggio.
Il sistema di ripiegamento a scomparsa rende il cancellino poco visibile quando è chiuso, quindi non impatta molto sull’arredo complessivo della casa.

Cancelletti con fissaggio a ringhiera

Questa tipologia si apre come una piccola porta, che può essere centrale, delimitata ai lati con una cornice di tipo fisso, oppue aperti con un sistema di apertura posto ad una delle estremità. Nel primo caso la porta centrale si apre in entrambe le direzioni, ma la cornice integrata limita un po’ il passaggio, e il raccordo fisso che si appoggia sulla sede del pavimento potrebbe dar fastidio intralciando il passaggio, oppure essere da ostacolo al bimbo. Il secondo tipo, non avendo la porta può essere sfruttato per tutta la larghezza della porta, dando di fatto una maggiore protezione.

A livello di offerte, diverse sono le catene di bricolage, negozi di giocattoli e di arredamento e mobili dove poter trovare in esposizione i cancelletti per bambini in modo di poterli toccare con mano per farsi un’idea.

Su Tecnomat, il portale di Bricoman, trovi una piccola selezione di cancelletti di protezione

Lo stesso si può dire per Brico Center, mentre Ikea dall’anno in cui ha ritirato dal mercato tutti i prodotti che aveva in linea, ormai nel 2015, non ha più prodotto alternative nel settore della protezione per bambini. I modelli di Ikea erano al tempo Patrull Klamma o Patrull Smidig, e con una nota ai clienti il colosso svedese del mobile invitava gli utenti che li avevano acquistati a restituirli.

Ma anche Toys, il famoso franchising di giocattoli propone diverse scelte nei suoi negozi

Se invece stai cercando di acquistare un cancelletto per i tuoi bambini usato, l’alternativa è cercare su Subito.it, Ebay, o bacheche annunci come Kijiji, Backeca, In-vendita e altri aggregatori. Eventualmente puoi anche fare un salto in uno dei negozi in franchising del Mercatino dell’Usato.

Nel nostro piccolo, abbiamo approfondito l’offerta di Amazon, e vogliamo consigliarti una selezione dei migliori cancelletti che abbiamo trovato sul portale di Jeff Bezos

Tipi di Installazione

Una delle prime differenze nelle porte per bambini è il metodo di installazione, il meccanismo con cui viene fissata la porta. In generale, possiamo distinguere due tipi principali:

Fissaggio della porta

Questo tipo di porta deve essere fissata con l’ausilio di viti, quindi è necessario praticare dei fori nel muro o nello stipite su cui andremo ad installarla. In quanto tale è un cancello permanente e quindi una soluzione adatta per chi non ha intenzione o necessità di rimuoverlo, almeno nel breve termine;

Porta a pressione

Questo tipo di porta viene fissata all’apertura o al telaio della porta tramite un meccanismo a pressione, posto sui quattro angoli per mantenerla nella posizione desiderata. Il più grande vantaggio di questa tipologia è la facilità di installazione: il meccanismo fisso a pressione, infatti, non richiede l’utilizzo di trapani e viti. Anche per questo la porta a pressione può essere scaricata velocemente senza lasciare buchi, per chi ha intenzione di utilizzarla per un breve periodo e non vuole rovinare la porta, pareti o stipiti, o per chi vuole spostarla dalla stanza alla stanza.

Dove installare il cancelletto?

  • Installa le porte in cima e in fondo a tutte le scale e tra le stanze prima che il bambino abbia 6 mesi;
  • In cima alle scale possono essere utilizzati solo cancelli fissati a pareti o ringhiere;
  • Evita di installare porte a pressione, cioè porte a pressione che vengono appoggiate solo al muro, perché non sono sicure: la porta infatti può essere abbassata anche se il bambino non può ancora camminare.

Suggerimenti da considerare

  • Assicurati che il cancello sia sempre chiuso;
  • Non utilizzare porte per bambini a fisarmonica più vecchie poiché le scanalature a forma di V sulla parte superiore e sui lati possono intrappolare i bambini.
  • Rimuovere il cancelletto dopo che il bambino ha 2 anni. A quell’età, il bambino può iniziare ad aprire porte o strisciare;
  • Se non è possibile rimuovere il cancello a causa di altri bambini in casa, utilizzare un cancello che non abbia tacche o fessure per arrampicarsi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi