Biberon anticolica: come funziona?

I neonati, nei primi mesi di vita, generalmente soffrono per le odiose colichette che non permettono loro di riposare serenamente, oltre a togliere il sonno anche ai genitori. Perché queste colichette? Va detto che, nei primi 3 mesi del bambino, tutto l’apparato intestinale dello stesso inizia a funzionare in maniera autonoma e senza il supporto che riceveva prima nella pancia della madre, grazie soprattutto al collegamento col cordone ombelicale. Dovendone adesso fare a meno, si avrà questa fase di assestamento che può durare fino ai 6 mesi durante la quale si può provare ad aiutare il bambino adottando qualche piccolo accorgimento per sconfiggere i dolori ma anche per sopravvivere ai suoi pianti ed alle nottate insonni!

È possibile aiutare il neonato che soffre di coliche praticando dei massaggi al pancino oppure compiendo determinati movimenti circolari con le gambe, tali da permettere la fuoriuscita dell’aria che si trova nell’intestino e permettergli di riposare per qualche ora o anche solo di calmarsi.

Il biberon anticolica, cos’è e come funziona

Una delle soluzioni maggiormente utilizzate è quella del biberon anticolica che ha una funzione ed una struttura specifica che permette al neonato di immettere meno aria nell’intestino nel momento in cui prende il latte, aiutandolo così anche nella digestione e a combattere eventuali problemi di reflusso.

Il biberon anticolica, infatti, è composto da una tettarella che si presenta inclinata nonché da una o più valvole collegate alla bottiglia di supporto. Le valvole e questo speciale tipo di tettarella permettono al tuo bambino di bere il latte lentamente, senza ingurgitarlo e rischiare così di accumulare aria che potrebbe dar fastidio al suo stomaco.

Ma quali sono i migliori biberon anticoliche?

Diversi sono i brand di prodotti per neonati che producono biberon anticoliche e ogni anno vengono selezionati i migliori biberon anticolica e antireflusso, in rapporto alle opinioni dei clienti ed alla funzionalità del prodotto. Tra questi vanno certamente menzionati:

  • Philips Avent: questo biberon anticolica ha la particolarità di essere realizzato in vetro borosilicato, il che può di certo sembrare meno maneggevole rispetto a quelli in plastica ma ne va comunque della sua qualità, certamente superiore e garantita dallo stesso marchio Philips;
  • Chicco: la storica marca di prodotti per la cura di neonati e bambini ha ideato anche un proprio biberon anticolica. Compatto, in plastica e super ergonomico, può essere lavato in lavastoviglie e sterilizzato. Ha una tettarella in silicone, utile a riprodurre il contatto con il seno materno;
  • Suavinex, con il suo biberon Zero.zero ha plasmato una nuova forma di biberon anticolica che appare del tutto essenziale, facile da pulire e da riassemblare. Appare elegante e maneggevole, utile per dar da mangiare ai neonati nei primi mesi di vita cioè quando hanno una capacità di suzione ancora poco sviluppata.

Se ti stai chiedendo come usare il biberon anticolica, beh, scoprirai quanto è facile utilizzare questi biberon direttamente nelle tue mani. Ognuno è diverso dagli altri ma tutti presentano valvole o sacche specifiche nella loro struttura che permetteranno al tuo bambino di bere il latte senza il rischio di respirare l’aria prodotta dalla suzione. Provalo e non tornerai più indietro!

 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi