Box per bambini: leggende e verità

Il box per bambini è per molti genitori una soluzione davvero comoda e super pratica per intrattenere i propri figli e permettergli di avere tutti i giochi a portata di mano o anche per aiutarli a stare seduti a giocare, soprattutto se sono in quella fase in cui l’equilibrio non è ancora perfetto. Scegliere il box più adatto al tuo bambino non è sempre semplice ma, di certo, è fondamentale capire prima quali sono le regole fondamentali da seguire, quando si può mettere il bambino nel box e perché ci capita di sentire che il box è in realtà sconsigliato e bisognerebbe preferire altro per far giocare i bimbi piccoli.

Quali sono i pro e i contro del box? E perché molte volte è sconsigliato?

Prima di acquistare un box è bene capire quale sia l’utilizzo che se ne vorrà fare, in che modo servirsene al meglio e come capire se si sta sbagliando approccio e magari propendere per una scelta differente.

A partire dai 6 mesi i bimbi possono stare nel box per acquisire anche libertà di muoversi senza rischiare però di farsi male: in questo modo tuo figlio avrà a disposizione tutti i suoi giochi, il ciuccio e i suoi libri colorati. L’altro aspetto positivo è certamente rappresentato dal fatto che, una volta messo il bambino nel box, anche l’adulto che in quel momento è con lui sarà più tranquillo di sbrigare qualche faccenda in casa, cucinare o lavorare senza preoccuparsi che il bimbo possa cadere e farsi male.

Chi sconsiglia il box, invece, sostiene che lo stesso possa rappresentare per il bambino quasi una limitazione alla sua libertà di esplorare, toccare e gattonare in giro, quasi come una “gabbia” utilizzata dai genitori impropriamente per stare più tranquilli. Indubbiamente, il box va utilizzato con giudizio, senza lasciarvi il bambino per lunghissimo tempo e far si che possa interpretarlo come una forma di castigo.

Il box è semplicemente uno spazio di gioco e oggi ne esistono in commercio modelli anche molto differenti. Infatti è possibile anche trovare un’alternativa al box per bambini come i recinti di plastica colorati che possono essere facilmente spostati in ogni stanza della casa, oltre ad essere componibili, aperti e semplici da lavare ed igienizzare.

Dove comprare un box per bambini? E quanto costa?

I negozi per bambini, i siti internet dei brand più famosi e i portali di shopping online multimarca forniscono un’ampia scelta nel campo dei box gioco per bambini. Potrai trovare anche delle alternative salva spazio e richiudibili se hai la necessità di spostare il box da una casa all’altra, portarlo al mare o in montagna.

Alla varietà di modelli corrisponde ovviamente una varietà di prezzi che ti darà la possibilità di scegliere secondo le tue esigenze non solo di spazio ma anche di portafoglio. Valuta tra le tante alternative in commercio e scopri il mondo immenso dei box per bambini: ne troverai di diverse dimensioni, colori e forme, adattabili alla tua casa, richiudibili o fissi…insomma ce ne sono davvero per tutti i gusti e tutti sono sicuri per il tuo bimbo!

 

Lascia un commento