Vitamina D bambini: quale sono le migliori?

La vitamina D è necessaria per la crescita dei bambini. Grazie a questa vitamina, il corpo assorbe il calcio presente negli alimenti. La vitamina D è quindi essenziale per lo sviluppo di ossa e denti. Un apporto sufficiente di vitamina D aiuta a prevenire il rachitismo, una malattia che interferisce con la crescita e lo sviluppo delle ossa, tra le altre cose.

La vitamina D svolge anche un ruolo nel corretto funzionamento delle cellule e nell’immunità. Secondo alcuni studi, la vitamina D assunta nelle giuste dosi da bambini, previene l’asma, il diabete, la sclerosi multipla e alcuni tumori da adulti. Pertanto, gli esperti raccomandano 400UI (Unità Internazionale delle Vitamine), cioè 10 mg di vitamina D al giorno per i bambini e 600UI (15mg) per i bambini di età superiore a un anno.

La principale fonte naturale di vitamina D è l’esposizione al sole. Grazie ai raggi UV del sole, il corpo crea la propria vitamina D. Dieci-quindici minuti di esposizione della pelle al sole sarebbero sufficienti per soddisfare le esigenze dei bambini.

Tuttavia il sole e la potenza dei raggi solari non hanno la stessa intensità e potenziale di penetrazione sulla pelle in ogni mese dell’anno, infatti essi sono insufficienti da ottobre ad aprile affinché la pelle riesca a produrre vitamina D. Inoltre, il resto dell’anno, l’applicazione di creme solari e l’abbigliamento che copre il bambino, riduce la produzione di vitamina D. Inoltre, non è consigliabile esporre i neonati al sole o portare fuori un bambino senza indossare la protezione solare.

Il sole quindi non può soddisfare da solo i bisogni di vitamina D dei bambini, specialmente in inverno.

Un altro contributo importante di vitamina D arriva dall’alimentazione. Pesci grassi (salmone, aringhe, trote, sgombro, tonno) contengono grandi quantità di vitamina D. Una porzione da 100 g di salmone fornisce una media di 400 UI, ma dovrebbe essere consumata ogni giorno.  Anche il latte è un’ottima fonte. Due bicchieri di latte (500 ml) soddisfano un terzo delle esigenze dei bambini di età compresa tra 1 e 8 anni.

Carenza di vitamina D nei bambini

Un aspetto da non trascurare è la quantità di vitamina D consumata durante la gravidanza, la quale potrebbe influenzare il rischio che il bambino soffra di una carenza di vitamina D dopo la nascita. L’attuale raccomandazione per le donne in gravidanza o in allattamento è quella di assumere 600mg di vitamina D al giorno.

Per scongiurare il rischio di una carenza di Vitamina D nei bambini, in commercio esistono molti integratori appropriati, utili sia ai pargoli allattati al seno, i quali dovrebbero ricevere un supplemento di 400mg di vitamina D al giorno, sia a quelli nutriti col latte artificiale che è già arricchito di vitamina D in bassi dosaggi.

Nel caso dell’allattamento al seno, il più rappresentativo di questa carenza, se la madre ha un livello troppo basso di vitamina D, il latte materno non ne conterrà abbastanza per soddisfare le esigenze del bambino. Secondo alcuni esperti, sarebbe anche possibile somministrare integratori di 4000 UI al giorno alle madri che allattano in modo che il loro latte contenga abbastanza vitamina D.

Quante gocce somministrare, qual è il dosaggio ottimale?

Nei bambini è difficile ottenere 600 UI di vitamina D al giorno dal solo cibo e dal sole. Ecco perché sempre più pediatri e nutrizionisti raccomandano ai bambini di assumere un supplemento di 400 UI in aggiunta alla loro alimentazione che già di per sé dovrebbe basarsi su cibi ricchi di essa.

Ci sono integratori masticabili o liquidi che possono essere aggiunti all’acqua, al succo o al latte.

Gli integratori di vitamina D possono essere assunti in qualsiasi momento della giornata, con o senza cibo. Tuttavia, alcuni studi dimostrano che la risposta del corpo alla vitamina D aumenta quando si assumono integratori durante i pasti.

In un giorno, il limite massimo raccomandato di vitamina D è:

  • 1000 UI nei bambini di età inferiore a 6 mesi;
  • 500 UI nei bambini da 6 mesi a 1 anno;
  • 500 UI nei bambini da 1 a 3 anni;
  • 3000 UI nei bambini dai 4 agli 8 anni.

Il rischio di sovradosaggio è quindi basso poiché è difficile consumare tanta vitamina D in un solo giorno, anche quando si assumono integratori. Tuttavia, i genitori dovrebbero fare attenzione a offrire integratori progettati per i bambini, poiché gli integratori per gli adulti sono troppo concentrati.

Migliori integratori di Vitamina D per bambini, marche

La maggior parte degli integratori di vitamina D per i bambini sono in forma liquida e alcuni contengono la dose di vitamina D giornaliera in una sola goccia, altri contengono la dose in un millilitro. Pertanto dobbiamo essere estremamente vigili nella scelta e nella somministrazione di un integratore di vitamina D a un bambino, soprattutto neonato. Le gocce favoriscono non solo una maggiore complience rispetto alle compresse che difficilmente verranno inghiottite, ma hanno un assorbimento decisamente maggiore, insito già nella loro formulazione farmaceutica. Questi integratori vengono sempre più spesso preparati senza residui di lattosio e completamente vegani, come nel caso del Capitan D di Geo Paleo Diet.

D’altra parte, per i bambini dai 4-6 anni, sono disponibili complessi multivitaminici contenenti anche calcio e altre vitamine necessarie per la crescita.

Vediamo adesso i migliori prodotti in commercio attualmente.

Zestlife Multi vitamine.

 Questo integratore è un vero e proprio multivitaminico nato dalla combinazione di vitamine, appunto, e oligominerali essenziali per un apporto quotidiano e costante. Tra questi abbiamo Ginseng siberiano, pappa reale, Beta Carotene, Ginkgo Biloba e vitamine A, E, B2, B6 e B12. La sua formulazione in compresse lo rende adatto ai bambini dai 4 anni in su.

Vitabay Vitamin D3 1000 UI.

Questo integratore è a base di vitamina D3, la più assimilabile rispetto alla D2, e la meno biodisponibile. Rispetto alla D2 che è vegan – friendly, la D3 viene generalmente estratta dalla lanolina, adatta ai vegetariani ma non ai vegani.

Simply Supplements 360.

Simply Supplements è riuscita ad estrarla dal lichene, ottenendo così una vitamina D3 assolutamente naturale e quindi vegana.

Anche in questo caso si tratta di un integratore a base di vitamina D3 estratto dai licheni, quindi assolutamente vegan – free e ad alta assimilazione.

 

 

Lascia un commento