Passeggino per correre: come fare jogging con i nostri bambini

Tantissime persone in Italia fanno jogging, da intransigenti del fitness a semplici appassionati, il mondo dei runners è molto folto, e ovviamente anche le mamme e i papà non sono da meno. Molte mamme usano lo jogging come forma di recupero della forma, oltre alle mamme che correvano anche prima e non vogliono farsi mancare questa attività anche quando i bimbi sono nati. Anzi, molto spesso quando abbiamo bambini piccoli difficilmente riusciamo ad iscriverci in palestra o a tornarci, o anche in piscina. Per questo viene in nostro aiuto il correre, attività più semplice come gestione, che possiamo praticare anche facendo passeggiate all’aperto con i nostri piccoli nuovi nati. Questo grazie ad un passeggino per correre, infatti da diversi anni molte case si sono specializzate realizzando specifici passeggini per jogging, ideali per i runners amanti della corsa. Tra questi possiamo ricordare Thule, il pioniere Baby Jogger, e molti altri.

Ci sono diversi passeggini adatti per i genitori runners, tra questi possiamo ricordare:

Il passeggino da jogging è realizzato in modo di avere un comfort e sicurezza particolare per i nostri piccoli anche a velocità sostenute, spesso anche in situazioni e terreni accidentati e Off Road.

Quali sono le caratteristiche di un passeggino per correre?

Ruote grandi e stabili, simili ai classici pneumatici

In genere un passeggino realizzato per lo jogging ha tre ruote, due posteriore e una anteriore. In genere le ruote posteriori sono più grandi, e quella davanti ha un passo più stretto. Le ruote dietro grandi permettono un comfort stabile anche in situazioni di terreno sconnesso, in modo che il piccolo sia sempre a suo agio anche in corsa. L’aspetto stile fuoristrada di questi passeggini rende più performanti e meno faticose le corse all’aperto con passeggino al seguito.

Le ruote davanti devono essere bloccabili

In tutti i casi, che stiamo utilizzando un passeggino con 1 o due ruote davanti, è bene che siano completamente bloccabili, in modo che in caso di alta velocità o terreno sterrato tendano a ruotare lateralmente mettendo in pericolo la stabilità del bambino.

Sospensioni attive posteriori

In caso di uso in corsa, e in caso di strada accidentata e presenza di dossi, i passeggini per correre devono permettere una stabilità diversa dai passeggini tradizionali, e in genere hanno sospensioni dietro.

Sistema di sicurezza in seduta per il bambino

Premesso che deve essere tassativo che per usare passeggini da runner il bimbo deve aver compiuto almeno 6 mesi, è bene che il passeggino preveda un sistema di imbracatura in bloccaggio sicuro. La più garantita ha un fissaggio in 5 punti in modo che il bambino sia in posizione confortevole sicura e protetta. Questo tipo di sistema evita al piccolo di scivolare in corsa, ed a velocità di spinta più sostenute. I sei mesi del bambino permettono di avere il collo autonomo e sorretto, in modo che possa stare seduto sul sedile del passeggino stesso.

Sistema frenante

Il sistema frenante è fondamentale, regola valida anche per altri tipi di passeggino, in modo che lo stesso non sfugga in caso di fermata per respirare un po o in caso di pausa bevuta.

I passeggini più performanti per questo scopo hanno i freni vicino al manubrio di spinta, e permettono di frenare un po in caso di strada in discesa. Devono inoltre prevedere un sistema di bloccaggio delle ruote, ma questo vale per tutti.

Sedile reclinabile in profondità

In caso di jogging con il piccolo sul passeggino, è comodo avere un passeggino con sedile reclinabile in modo di assicurare una posizione comoda e sicura per il bambino. La posizione migliore per il piccolo è seduto in posizione diritta, come un pilota. E’ bene che i fori delle gambe possano essere assicurati in modo di evitare lo scivolamento attraverso il foro stesso.

Manubrio regolabile in altezza

La regolazione in altezza del manubrio permette a tutti gli utilizzatori(papà, mamma, ecc.) di usare un solo passeggino semplicemente regolando l’altezza del manubrio stesso. Questo permette a tutti gli utilizzatori di stare comodi e non piegati in posizioni innaturali e correre in maniera più naturale possibile.

Copertura fissa

Il baldacchino del passeggino è fondamentale perchè lo protegge dagli agenti atmosferici avversi, vento e sole caldo in picchiata. Deve essere regolabile, in modo di poterlo ruotare indietro quando siamo in guida, oppure tirarlo fino in fondo per proteggere completamente il bambino dall’ambiente esterno.

Come fare jogging con il passeggino? Postura e coordinazione corretta

Correre con il passeggino necessita di coordinazione di movimento delle gambe e delle braccia durante la corsa.

Il corridore con passeggino(stroller runner in gergo) ha necessità per avere il giusto coordinamento degli arti di fornire una spinta adeguata al passeggino stesso.

I modi più utilizzati per correre in maniera più uniforme possibile spingendo il passeggino sono tre:

  1. riprodurre l’andamento crociato spingendo alternativamente con un braccio e poi con l’altro il passeggino, non alterando in questo modo la modalità di corsa tradizionale.
  2. spingere il passeggino con entrambe le mani sull’impugnatura del manubrio
  3. spingere come nel punto 2, ma assumendo una posizione del corpo più inclinata, in modo di avere un’impugnatura “più avanti”. Questa opzione torna utile quando siamo in tratti di salita più difficili da superare e quindi abbiamo bisogno di una spinta più forte e comoda possibile.

Lasciamo di seguito un video proveniente dal canale di Babyrun, dove la coach Giovanna Ventura spiega in maniera chiara e semplice come mettere in pratica i tre punti descritti sopra, per uno jogging a prova di passeggino!